Modalità:  
 

Unione Italiana Consulenti Ambientali

Unione Italiana Consulenti Ambientali

Progetto Ecoconsulente Riduci

La Certificazione della competenza professionale spetta unicamente ad un organismo di certificazione accreditato da ACCREDIA.
L’impegno di UNICA è di contribuire alla identificazione della Competenza Professionale di una figura specifica di Consulente Ambientale, l’ECOconsulente, attraverso la stesura della “Specifica Tecnica delle competenze professionali dell’ECOconsulente - SCEC”, per avviare un percorso di definizione di questa figura ai sensi della ISO 17024.
L’Organismo di Certificazione Bureau Veritas, accreditato da ACCREDIA per la Certificazione delle Competenze professionali, ha avviato la Certificazione della competenza professionale dell’ECOconsulente, in linea con la ISO 17024, anche in assenza di Norma UNI, ma su base della “Specifica Tecnica delle competenze professionali dell’ECOconsulente - SCEC” di UNICA.


La differenza tra Consulente Ambientale Qualificato ed ECOconsulente secondo UNICA

Consulente Ambientale
Partendo da un elenco di MACROTEMI (9 in totale) che rappresentano (in maniera non esaustiva) i Settori dell’attività ambientale, UNICA differenzia la CONOSCENZA TEORICA dalla ESPERIENZA PROFESSIONALE dei diversi settori.
Il CA è un professionista che unisce una conoscenza teorica di base di tutti i 9 Macrotemi individuati da UNICA, unitamente ad una competenza – basata su esperienza lavorativa - specifica di almeno uno dei macrotemi.
I Macrotemi sono squisitamente tecnici, non sono esaustivi di tutte le competenze ambientali, ma riguardano i vari ambiti dell’attività Ambientale che, chi si occupa professionalmente di Ambiente, deve conoscere, anche se solo con una conoscenza di base e non specialistica.
L’approfondimento delle conoscenze teoriche di questi Macrotemi, se non unito alla esperienza professionale, non può permettere di essere qualificati come “esperti” di un certo settore.
(Volutamente sono state tenute fuori tutte le aree che riguardano specificatamente la “sostenibilità”, e che sono proprie della figura dell’ECOconsulente)

ECOconsulente


L’ECOconsulente di stampo europeo, di cui alla Specifica Tecnica SCEC di UNICA, certificabile da Bureau Veritas, è una figura specifica di Consulente Ambientale.
L’ECOconsulente è un professionista dell’Ambiente che si differenza dal Consulente Ambientale, per avere, in aggiunta alle caratteristiche del CA, una specializzazione ulteriore sui temi della Sostenibilità e della Comunicazione.
L’ECOconsulente deve dimostrare di avere conoscenze teoriche sui temi della Sostenibilità e della Comunicazione, e di avere esperienze professionali nella gestione e nei rapporti con enti di controllo/istituzioni/parti portatrici di interessi contrapposti.

Riportiamo la definizione del ECOconsulente proposta da UNICA nella SCEC “Specifica tecnica delle Competenze dell’ECOconsulente” sulla cui base Bureau Veritas ha sviluppato lo Schema di Certificazione dell’ECOconsulente in linea con i requisiti della ISO 17024

L’ECOconsulente è un professionista che si occupa di tutela ambientale e sviluppo sostenibile. Ha conoscenze e competenze sulle tematiche legate agli aspetti ambientali, conoscenze e competenze trasversali di base sui temi dello Sviluppo Sostenibile e dell’integrazione sociale dell’Ambiente,  oltre che conoscenze e competenze specialistiche di tecniche di comunicazione ambientale e gestione dei conflitti ambientali per configurarsi come facilitatore dei processi di cambiamento sociale.
L’ECOconsulente grazie alle conoscenze e competenze trasversali sui diversi settori ambientali riesce a sviluppare una visione d’insieme dei principali temi ambientali. Pertanto è in grado di approcciare trasversalmente i diversi aspetti della tutela ambientale e dello sviluppo sostenibile, di analizzare casi specifici, di organizzare e coordinare al meglio il lavoro di singoli esperti nei vari ambiti, di promuovere e favorire il confronto e/o l’intervento di tali esperti specialisti, di comunicare con i clienti, con i partners e con le autorità.
L’ECOconsulente ha capacità relazionali, di comunicazione, di mediazione e di gestione di conflitti; sviluppa una rete di contatti tra consulenti; media tra le esigenze di tutela dell'ambiente e le istanze di enti e imprese, per facilitare la creazione di condizioni orientate alla salvaguardia dell'ambiente e allo sviluppo sostenibile delle realtà locali e globali.
L’ECOconsulente sviluppa, approfondisce e aggiorna le conoscenze delle tematiche ambientali specifiche (legate agli aspetti ambientali), delle tematiche ambientali trasversali (legate allo Sviluppo Sostenibile) delle tematiche di comunicazione ambientale e gestione del conflitto ambientale. 
L’ECOconsulente, nello svolgimento del suo lavoro quotidiano, deve sempre affrontare le diverse problematiche ed individuare le possibili soluzioni considerando la tutela dell’ambiente, rispettando i principi giuridici e deontologici declinati nell’apposito Codice che forma parte integrante della presente.
L’ECOconsulente è una figura di collegamento tra la pubblica amministrazione e il mondo dell'economia e del lavoro, molto vicino alla figura del project manager specializzato negli interventi green, pertanto, l’ECOconsulente professionista svolge il ruolo di manager ambientale e di coordinatore di team di esperti ambientali, allo scopo di facilitare la risoluzione di eventuali problemi e/o conflitti, di favorire lo sviluppo sostenibile, di contribuire all’instaurarsi, presso le comunità nelle quali opera, di una reale coscienza ambientale condivisa.

Rispetta e si fa promotore dei valori etici, e pertanto:

  • lavora nell’interesse del benessere umano, dell’ambiente e dello sviluppo sostenibile
  • nel caso di conflitto tra portatori di opposti interessi, si impegna a svolgere un ruolo di mediatore, piuttosto che difendere le proprie idee o interessi
  • nello svolgimento dell’attività di consulenza mette a disposizione tutte le proprie conoscenze e professionalità al fine di evitare situazioni dannose per l'ambiente. Non utilizza le proprie conoscenze per favorire lo svolgimento di attività illegali e dannose per l’ambiente.
  • preferisce le misure preventive rispetto alle soluzioni di rimedio
  • si impegna per migliorare le sue capacità, le sue conoscenze e metodi di lavoro per raggiungere i risultati migliori
  • protegge la riservatezza dei dati di ciascun cliente.
  • non accetta incarichi per i quali non possa garantire oggettività ed imparzialità


Il compito dell’ECOconsulente è farsi portatore delle politiche di Tutela Ambientale e Sviluppo Sostenibile a tutti i livelli in cui è chiamato ad operare, sia quando collabora con le Istituzioni (e quindi contribuisce alla stesura di piani e programmi e alle scelte di politica ambientale) sia quando affianca una impresa nella gestione degli aspetti ambientali legati alla produzione ed al profitto, sia quando supporta i cittadini nella difesa degli interessi legati alla salute e alla tutela del territorio. Ciò si ottiene coinvolgendo, sensibilizzando, istruendo, formando, facendosi portatore di un cambiamento comportamentale, e non solo contribuendo alla applicazione delle leggi vigenti.

 

Scarica allegato: "Specifica tecnica delle Competenze dell’ECOconsulente"

Pagine correlate Riduci
Sportello per il cittadino consumatore Riduci

Sportello per il cittadino consumatore

Sportello per il cittadino consumatore